Home Page | Troppi assembramenti: chiuse alcune strade del quartiere a luci rosse di Amsterdam
Domenica, 25 Ottobre 2020

Troppi assembramenti: chiuse alcune strade del quartiere a luci rosse di Amsterdam

Troppi assembramenti: chiuse alcune strade del quartiere a luci rosse di Amsterdam

I 'lavoratori del sesso' nei Paesi Bassi sono stati autorizzati a riprendere il lavoro l'1 luglio, dopo lo stop per la pandemia di coronavirus.


A volte ci si sorprende di tanta irresponsabilità proprio mentre la pandemia cresce di giorno in giorno, anche se al momento l’Europa è più al riparo di altri paesi.


Le autorità di Amsterdam hanno chiuso alcune strade nell'area del famoso quartiere a luci rosse della città a causa del sovraffollamento e hanno detto alle persone di non visitare la zona.
Al fine di mantenere le esigenze di distanziamento sociale contro il coronavirus, le autorità cittadine avevano implementato il traffico a senso unico nell'area, un labirinto di viuzze medievali nel cuore della città conosciuto come De Wallen, e avviato un attento monitoraggio dei flussi di visitatori. "Non venire nel quartiere a luci rosse. È troppo affollato", ha twittato la città.
I 'lavoratori del sesso' nei Paesi Bassi sono stati autorizzati a riprendere il lavoro l'1 luglio, dopo lo stop per la pandemia di coronavirus.
Amsterdam ha visto crescere l'afflusso di turisti nelle ultime settimane poiché le restrizioni sono diminuite e le frontiere sono state riaperte in vari paesi europei.

Stampa questo Articolo