Home Page | Amsterdam, coffee shop ancora aperti
Domenica, 24 Marzo 2019

Amsterdam, coffee shop ancora aperti

Cannabis libera anche per i turisti ad Amsterdam. I 220 coffee shop della città – i famosi caffè dove si può ordinare oltre alle bibite anche marijuana e hashish – resteranno aperti anche ai non residenti in Olanda. Lo ha assicurato il sindaco della città, Eberhard van der Laanin un’intervista al giornale Volkskrant, dopo che le autorità locali hanno deciso di lasciare ai singoli enti locali la decisione di applicare o meno il bando ai non residenti. In altre parole si è ‘ribaltato’ di fatto il giro di vite sullo spinello libero, varato dal precedente governo e che sarebbe entrato in vigore in tutto il Paese a partire dal 2013.
A quanto pare, una delle motivazioni che ha spinto il primo cittadino è stato il fattore economico legato al turismo considerato il fatto che circa sette milioni di turisti si recano ogni anno ad Amsterdam, e quasi un milione e mezzo di visitatori fa capolino in uno di questi caffè per acquistare della cannabis.

Amsterdam rimane quindi sempre la stessa, per la gioia di milioni di turisti che ogni anno la visitano anche per la liberalizzazione della marijuana, e che, in caso contrario, vedrebbe la sua economia precipitare inevitabilmente. E poi, cosa sarebbe senza i locali storici, primo tra tutti il noto Bulldog, uno dei primi coffee shop di Amsterdam, il Baba, uno dei più famosi, o il Barney's coffeeshop, vincitore di moltissimi premi della "High Times Cannabis Cup. 

Stampa questo Articolo